Immagine
 Mackinac bridge... di Matteo Ulrico Hoepli
 
"
La lettura è il viaggio di chi non può prendere un treno

F. De Croisset
"
 
\\ Home Page : Storico : Libri di economia e marketing (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Valeria Surico (del 28/10/2006 @ 15:57:33, in Libri di economia e marketing, linkato 8172 volte)
the tipping pointnei giorni scorsi sono stata al world business forum di milano. Tra i molti relatori di rilievo ho ascoltato con interesse Malcom Gladwell, veramente illuminate. Vi consiglio di leggere i suoi libri In un batter di ciglia [per chi preferisse leggerlo in lingua orgiginale BLINK] e Il punto critico [The tipping point].





 
Di Valeria Surico (del 14/11/2006 @ 10:05:00, in Libri di economia e marketing, linkato 2104 volte)
Ieri sera la puntata di Report, condotta dall'ottima Milena Gabanelli, era dedicata a "GLI ESTERNALIZZATI" (di Michele Buono, Piero Riccardi). Come spesso mi succede con Report a fine puntata ero basita e un po' arrabbiata. Mi ha molto impressionato il fatto che hanno fatto un censimento per capire da quanti lavoratori esternalizzati alle cooperative era composto l'organico del Policlinico Umberto I° - Roma; nel primo censimento mancavano circa 270 lavoratori di una cooperativa che poi sono stati aggiunti all'elenco.
Ma io dico, come si fa a non vedere 270 persone... occupano dello spazio, hanno una fisicità oltre che essere una mera voce di costo aziendale.

Per riflettere su questi temi vi propongo alcuni libri:

PUPPO ANDREA, SANNA PAOLA, VICHI LUCA
I NUOVI CONTRATTI DI LAVORO
Il mercato del lavoro dopo la "Riforma Biagi"

SEAG


AA.VV.
CONTRATTI E RIFORMA DEL LAVORO. CON CD-ROM
Formule e modelli per la gestione della flessibilità

IPSOA


VENTRICELLI GIULIANA
OUTSOURCING.
Conviene davvero esternalizzare?

ETAS

SENNETT RICHARD
L' UOMO FLESSIBILE
Le conseguenze del nuovo capitalismo sulla vita personale

FELTRINELLI

BAUMAN ZYGMUNT
LAVORO, CONSUMISMO E NUOVE POVERTA'

CITTA' APERTA

GARELLI FRANCO, PALMONARI AUGUSTO, SCIOLLA LOREDANA
LA SOCIALIZZAZIONE FLESSIBILE
Identita' e trasmissione dei valori tra i giovani

IL MULINO - studi e ricerche

INCORVAIA ANTONIO, RIMASSA ALESSANDRO
GENERAZIONE MILLE EURO
Rizzoli


NOVE ALDO
MI CHIAMO ROBERTA, HO 40 ANNI, GUADAGNO 250 EURO AL MESE
Einaudi


GABANELLI MILENA, RIMINI STEFANIA, BARNARD PAOLO, FORNONI GIORGIO, IOVENE BERNARDO, GIANNINI SABRINA
LE INCHIESTE DI REPORT - LIBRO+DVD DVD DI 180 MINUTI
Operazione ponte-Puntuale come un treno-L'altro terrorismo- Armi di distruzione di massa-Uno stipendio onorevole-Nient'altro che la verita'.
 
Di Valeria Surico (del 12/12/2006 @ 09:25:00, in Libri di economia e marketing, linkato 10413 volte)
Nel mio quotidiano girovagare in libreria ho trovato Soffro d'Ikea di Eirk Gunnar Trjo.
Il libro parla dell'Ikeite, una strana malattia che affligge ricchi e poveri del pianeta. L'autore dichiara subito di NON voler fare un libro contro l'Ikea ma contro chi ABUSA dell'Ikea.
E' divertentissimo, parla di quelli che all'Ikea ci vanno come se andassero in vacanza, di chi colleziona le matite e il metro che vengono distribuiti gratuitamente, di tutti quelli che hanno la casa uniformata allo standard Ikea [io rientro in questa categoria : - )], delle famigerate istruzioni di montaggio dei mobili e dell'omino Ikea lì rappresentato.
Leggerlo mi ha ricordato quando nel film "Fight Club" il protagonista entrava in casa e la voce fuori campo recitava i nomi dei mobili Ikea ... quando si dice la globalizzazione!
A parte la parte più "leggera" e dissacrante, il libro è abbastanza documentato e propone spunti di riflessione su un fenomeno di massa che sta dilagando in Italia e nel mondo.
La quarta di copertina recita: "Ingvar Kamprad fonda Ikea negli anni '30. Prima si era fatto le ossa nel commercio di cerini. Da allora il suo progetto di un mobilificio globale si è diffuso in tutto il mondo. In più di mezzo secolo, Ikea ha colonizzato continenti interi, da Pechino a Sidney fino alla casa del Grande Fratello. Costi contenuti, prezzi irresistibili. Oggi c'è gente che vive d'Ikea. Famiglie intere addirittura malate d'Ikea. In questo libro tutte le luci e tutte le ombre di un impero che significa l'omologazione domestica di un pianeta intero. La domanda è: siamo sicuri che sia cosa buona e giusta?"
 
Di Valeria Surico (del 03/01/2007 @ 17:55:42, in Libri di economia e marketing, linkato 12799 volte)
«Mi sono più volte chiesto se la teoria della rana bollita (e della rana scottata), che mio padre ama spesso citare, sia effettivamente - come lui assicura - il risultato di un autentico esperimento scientifico. Però è certo che si tratta di una metafora davvero utile per capire l'effetto positivo che la globalizzazione, e in particolare la concorrenza cinese, può avere sulle imprese italiane.»
Nel fantasioso e un po' crudele esperimento della «rana cinese», si prendono due rane e due pentole piene d'acqua. Si lascia cadere la prima rana in una delle pentole quando l'acqua è ancora fredda, poi si mette la pentola sul fuoco e la si porta pian piano a ebollizione. In questo caso la rana muore bollita, perché si abitua gradualmente al cambiamento di temperatura, si intorpidisce, e non si accorge quando arriva il punto di non ritorno, quando conviene saltar fuori e salvarsi. Nel secondo caso, invece, si porta l'acqua a ebollizione e solo allora si butta dentro la rana. Appena sfiora l'acqua bollente, la rana si scotta e istintivamente schizza via il più lontano possibile. Si ritroverà con qualche ustione e qualche ammaccatura, ma si salverà. Nel momento in cui gran parte del mercato mondiale guarda all'Oriente e al suo straordinario sviluppo economico con ansia e preoccupazione, Riccardo Illy ci invita a considerare la congiuntura presente alla stregua di uno choc salutare, capace di attivare le risorse più autentiche del nostro Paese e di salvarlo dal fatale intorpidimento in cui, adattandosi al peggio, rischiava di cadere.
Se infatti è vero che non pochi sono gli svantaggi competitivi dell'Italia - l'eccessiva tassazione sul reddito d'impresa, il cuneo fiscale-previdenziale, la carenza di infrastrutture, la lentezza e inefficienza della burocrazia, i limiti del nostro sistema di istruzione, gli scarsi investimenti in ricerca e sviluppo, la crisi della giustizia, e non ultimo il mammismo, ovvero la mancanza di volontà dei nostri giovani di uscire dal guscio protettivo della famiglia per affermare la loro libertà e autonomia -, non bisogna però dimenticare che gli italiani da sempre mostrano un peculiare ingegno e una propensione all'estetica e alla qualità della vita pressoché unici. Tutte caratteristiche che dobbiamo imparare a valorizzare al meglio.
Rilanciare un processo virtuoso di crescita economica e coesione sociale nel nostro Paese è possibile. È giunto il tempo di ristabilire un clima di reciproca fiducia, un tempo in cui gli italiani possano davvero mettere a frutto i loro straordinari talenti.

Quello del caffè llIy è uno dei marchi italiani più noti nel mondo, un esempio di "made in ltaly" di successo e di prestigio. Il presidente del gruppo industriale, Riccardo Illy, è anche presidente della regione Friuli Venezia Giulia. Con questo libro l'imprenditore triestino, come lui si definisce "prestato alla politica", offre il suo punto di vista, sempre controcorrente, sull'attuale situazione italiana, sul ruolo che il Paese può svolgere nell'economia globale, contrassegnata, secondo lui, dalla conoscenza quale fattore competitivo fondamentale. E propone la sua esperienza economica sui mercati di tutto il mondo come motivo di ispirazione per un Paese alla ricerca di modelli positivi da cui ripartire. Come una rana che cade in una pentola di acqua bollente si salva perché ne salta fuori con grande velocità, così l'Italia, secondo llly, si salverà dalla "scottatura" dell'ingresso della Cina nell'economia internazionale per la semplice ragione che le sue conseguenze sono così immediate e violente che costringeranno tutti a reagire con rapidità.

ILLY RICCARDO
LA RANA CINESE
Come l'Italia può tornare a crescere
MONDADORI
 
Di Valeria Surico (del 26/03/2007 @ 17:27:50, in Libri di economia e marketing, linkato 21709 volte)
Martedì 27 marzo, ore 18,00
LA NUOVA COMUNICAZIONE DI MARKETING
Marzio Bonferroni
TECNICHE NUOVE
MARKETING

Philip Kotler, da sempre riconosciuto come il “padre”del marketing, scrive con chiarezza: “i giorni della pubblicità di massa, con i suoi sprechi e la sua invadenza, sono ormai finiti. Molti cambiano canale al momento della pubblicità. Il suo limite più evidente è che si tratta di un monologo”.
L’autore, sulla base di esperienze maturate in molti anni, propone in questo libro un nuovo metodo per la comunicazione di marketing, quale nuova Scienza Economica, con la collaborazione di autorevoli esperti in alcune aree strategiche: Furio Camillo, Simonetta Caresano, Giacomo Manara, Ferdinando Pillon, Paolo Pugni (Prefazione di Marco Vitale).
Questo metodo, innovativo e per certi aspetti rivoluzionario, si chiama Multicreatività, ed ha la funzione di consentire alla marca di sviluppare la propria notorietà e il proprio posizionamento, grazie alla pur sempre necessaria tecnica pubblicitaria, ma nello stesso tempo di creare una relazione misurabile per un’attività di costruzione della fedeltà fra la marca e le persone-clienti che costituiscono il suo mercato attuale e potenziale.
La parte alta della piramide di mercato viene identificata quale “comunità di marca”, che rappresenta per un’impresa la massima quota di mercato e di fatturato, sia nel B2C che nel B2B, ed è fonte di emulazione per tutto il mercato potenziale.
L’autore si basa su tre elementi che giudica fondamentali:
a)la HUMAN SATISFACTION, sia esterna che interna all’impresa, quale visione evolutiva rispetto alla customer satisfaction, considerata ormai limitativa, per “ascoltare” e comprendere a fondo le necessità globali dell’essere umano nelle sue istanze emozionali, ma anche razionali ed etiche che, nel loro insieme, indicano gli obiettivi per una completa soddisfazione da parte di una marca.
b)La MULTIDISCIPLINARIETA’, da cui prendono corpo la Multicreatività e il Triangolo Creativo, per ottenere, con un nuovo DNA creativo, strategie e messaggi orientati e volti a ottenere comunicazione a due vie e quindi dialogo, relazione e fidelizzazione, oltre alla sempre necessaria brand awareness, da produrre non più come fine della creatività e della comunicazione, ma come “ponte” per passare alla relazione e alla loyalty senza dispersioni e senza il rischio di far ricordare esclusivamente le ideecreative.
c) La LOGICA DI PROCESSO, per collegare in modo unitario i diversi momenti della comunicazione (impatto-relazione-loyalty), e per evitare che ogni tecnica di comunicazione tenda a considerarsi preminente rispetto alle altre, creando problemi non soltanto finanziari per un’impresa, ma anche di frazionamento e dispersione, con messaggi non coordinati allo stesso obiettivo.
 
Di Valeria Surico (del 10/04/2007 @ 07:14:26, in Libri di economia e marketing, linkato 8051 volte)

Un mondo in banda larga - C.M. GuerciGiovedì 12 aprile, ore 17,00
presso la Libreria internazionale Ulrico Hoepli presentazione del libro:

UN MONDO IN BANDA LARGA
Lo sviluppo delle telecomunicazioni in Europa
Carlo Maria Guerci


Con la partecipazione di
Mario Citelli, Betel
Sergio Luciano, Panorama Economy
Piero De Chiara, Telecom Italia Media
Enzo Pontarollo, Università Cattolica
Stefano Venturi, Cisco Systems Italy

Il libro analizza l'evoluzione delle telecomunicazioni nei cinque più grandi mercati europei dal 1998 a oggi, e le prospettive del settore nel medio e lungo termine. Il decollo della banda larga, lo sviluppo della telefonia mobile, l'avvento delle nuove tecnologie di accesso (Wi-Fi e WiMax) e relative alla voce (VoIP), la concorrenza tra reti fisse e mobili, le strategie degli ex monopolisti, i cicli di acquisizioni e fusioni, sono tra gli argomenti centrali di questo lavoro. Le dinamiche tecnologiche, gli sviluppi della regolamentazione, la comparsa di nuovi concorrenti, l'incontro tra Information technology, telecomunicazioni e media, la creazione di nuovi servizi e contenuti aprono affascinanti scenari e trasformano l'industria. Il fenomeno della banda larga e i suoi sviluppi dominano il quadro.
 
Di Valeria Surico (del 10/05/2007 @ 07:22:33, in Libri di economia e marketing, linkato 7828 volte)
Lunedì 14 maggio, ore 18,00 presso la sala conferenze della Libreria Hoepli, presentazione del libro:
QUARANTACINQUE PERCENTO
Una critica liberale al progetto Gentiloni sulla TV
Franco Debenedetti

Con la partecipazione di Fedele Confalonieri, Stefano Pratesi, Antonello Perricone
Moderatore Ferruccio De Bortoli

quarantacinque percento - franco debenedettiIl testo è nell'intenzione di Franco Debenedetti (ingegnere, imprenditore e manager, parlamentare) una critica liberale a una norma illiberale come la legge Gentiloni.

Con saggi di Paolo Buccirossi, Emilio Pucci, Vincenzo Zeno-Zencovich e una mappa della offerta di canali digitali in Italia Una critica liberale a una norma illiberale, che obbliga un’impresa privata a ridurre il suo fatturato. Argomenti rigorosi contro i presupposti da cui parte la legge Gentiloni, i suoi modelli teorici e tecnologici, i suoi effetti economici e sociali. E contro l’ideologia che la pervade. Mossa da una preoccupata passione civile, una limpida analisi degli effetti che la legge Gentiloni può avere sul profilo politico del centrosinistra, e sul suo ruolo nei futuri assetti politici del Paese.

Visita il blog dell'autore
 
Di Valeria Surico (del 25/05/2007 @ 07:15:31, in Libri di economia e marketing, linkato 22669 volte)
Martedì 29 maggio, ore 18,00 presentazione presso la Libreria Hoepli del libro
UMORISMO & MANAGEMENT, Una Leadership a colpi di sorriso - Stefano Greco


Umorismo e management"La genesi del libro affonda le sue radici nella pratica professionale di consulente aziendale che ogni giorno mi porta a contatto diretto con persone e organizzazioni e in un'indagine svolta, come Olympos Group, sul rapporto tra umorismo e management su un campione di manager e professional su tutto il territorio nazionale. L'osservazione e lo studio dei contesti organizzativi e del mercato, uniti all'ascolto delle persone, mi hanno fatto giungere alla conclusione che oggi il sorriso sul lavoro è pericolosamente in via d'estinzione. Da qui il desiderio d'offrire un contributo di "positività", in termini di riflessioni sul rapporto tra umorismo e management, come antidoto a questo vischioso marasma d'incertezza diffuso tra le persone nelle aziende e più in generale nelle comunità in cui viviamo. È un testo pensato soprattutto per tutti coloro che ricoprono ruoli manageriali e hanno quindi dirette responsabilità nella gestione delle persone."
 
Di Valeria Surico (del 27/06/2007 @ 06:30:20, in Libri di economia e marketing, linkato 21422 volte)
Casa Agnelli - marco ferranteCon un tempistmo quasi perfetto rispetto alle recenti questioni ereditarie relative alla famiglia Agnelli vi segnaliamo la recente uscita in libreria di un libro che racconta la storia e i personaggi dell'ultima dinastia italiana.

"Gli Agnelli sono l'unica tra le dinastie storiche del capitalismo italiano ad aver conservato una posizione paragonabile a quella dei tempi d'oro, della nascita delle grandi industrie moderne tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento, e sono un simbolo del capitalismo famigliare non solo in Italia. In questo libro si racconta chi sono gli eredi del senatore Giovanni Agnelli, il fondatore della Fiat, attraverso più di cento microritratti di fratelli, cugini, nipoti, zie. Sono bozzetti fatti di ritagli, notizie laterali, cenni personali, aneddoti, in cui vengono tratteggiati personaggi noti (da Susanna Agnelli a John e a Lapo Elkann), ma anche meno conosciuti (dallo scrittore Oddone Camerana, a suo nipote Andrea, che ha sposato la cantante Alexia). E personaggi di cui non tutti conoscono il legame con la famiglia Fiat, come l'attore Pietro Sermonti. Si raccontano le loro parentele, le professioni che svolgono, i luoghi dove vivono o hanno vissuto. La narrazione ruota intorno alle storie di cinque persone che non ci sono più: Virginia Bourbon del Monte, madre dei sette eredi Agnelli, i suoi tre figli maschi Gianni, Umberto e Giorgio (quasi espunto dalla storia famigliare perché malato, e qui descritto per la prima volta grazie alle testimonianze di chi l'ha conosciuto), e uno dei suoi nipoti, Edoardo, figlio di Gianni. Le vicende dell'economia e dell'industria italiana si intrecciano alla storia dei rami della famiglia: i Furstenberg, i Rattazzi , gli Elkann - De Pahlen, i Campello - Teodorani Fabbri, i Brandolini, gli Agnelli, i Ferrero Ventimiglia, i Nasi, i Camerana, i Frua De Angeli - Ajmone Marsan. "Casa Agnelli" è quindi una raccolta di memorie sociali, il tentativo di definire lo spazio di questa dinastia nell'immaginario del nostro paese, e insieme un racconto di psicologia famigliare, in cui si parla anche di denaro, ma non troppo. Perché, in realtà, non è più quello di una volta: la famiglia col tempo si è ingrandita e le ultime generazioni sono via via diventate meno ricche delle precedenti. A tenere insieme questo stravagante patchwork di vite, c'è Giovanni Agnelli II, l'Avvocato, nipote prediletto del fondatore. Marco Ferrante riflette sul suo carattere di uomo ermetico, la cui complessità fu resa più singolare, ipnotica e indecifrabile dalla condizione economica, naturalmente, ma soprattutto dal compito che egli si diede e a cui si dedicò quasi con abnegazione: costruire il mito di se stesso a partire dal rispetto del lascito del nonno, la Fiat. A quattro anni dalla sua morte, senza cadere nella commemorazione agiografica, questo libro prova a schiudere una visuale nuova a chi voglia cercare di trarre un bilancio della sua condotta di azionista e capo della più grande industria italiana."

"In fondo questa è uan storia di nonni facoltosi, vecchie zie, nipoti un po' scapestrati, con le loro simpatie, antipatie, idiosincrasie per un fratello o per una cognata, con i loro tic e i loro snobismi. Ma tutto ciò è amplificato dal peso dell'istituzione - la Fiat -, dall'intrecciarsi delle vicende degli Agnelli al costume nazionale, e dalla precondizione del denaro, un'entità che tutti li precede."


FERRANTE MARCO
CASA AGNELLI
Storie e personaggi dell'ultima dinastia italiana
Editore: MONDADORI
Pubblicazione: 05/2007
Prezzo: € 17,50
ISBN: 8804566736
 
Di Admin (del 05/07/2007 @ 07:00:24, in Libri di economia e marketing, linkato 7565 volte)
Segnaliamo un interessante pubblicazione edita in Italia dal Sole 24 ore, che si propone di studiare il fenomeno Blog, i "diari" virtuali sempre più diffusi sulla rete, dal punto di vista delle aziende e della possibilità d'incremento del business. Il suo titolo è appunto Business Blog e gli autori sono Robert Scoble, collaboratore di Microsoft e curatore di un Blog di successo, e Shel Israel, esperto in innovazione e pedina chiave nel lancio di tecnologie di grande successo come Powerpoint, Filemaker e e workstations di Microsystem. Lo studio cerca di chiarire come i blog di comuni impiegati siano riusciti a modificare sensibilmente la percezione che l'opinione pubblica ha di determinate grandi aziende. Attraverso il loro approccio particolarmente friendly i blog diventano qundi uno straordinario strumento di comunicazione a disposizione delle società per costruire (o ricostruire) la fiducia, elemento cardine nel rapporto tra azienda e consumatore, attraverso un lavoro quotidiano di contatto con i propri lettori. Per dirla con Scoble e Israel, "il blog è interattivo, è informale, è frizzante, pieno di errori di grammatica e qualche volta anche di parolacce"; ma "parte da un desiderio reale di parlare e METTE IN COMUNICAZIONE LA GENTE". Rappresenta "l'opportunità per l'azienda di lasciare esprimere il cliente, consentirgli di ribattere, farlo sentire in CONTATTO DIRETTO".

SCOBLE ROBERT - ISRAEL SHEL
BUSINESS BLOG
Editore: IL SOLE 24 ORE
Pubblicazione: 05/2007
Numero di pagine: 310
Prezzo: € 26,00
Prezzo NicePrice: € 22,99
EAN: 9788883638367
 
Pagine: 1 2
Ci sono 64 persone collegate

< giugno 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
         
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Autori (1)
Biografie (1)
Colleghi (2)
Contributi dei lettori (1)
Cool Books (1)
DVD e Film (4)
Eventi (1)
Eventi e Mostre (26)
Gialli e Noir (5)
Guide turistiche e viaggi (5)
Libri di architettura e design (6)
Libri di Arte (7)
Libri di climatologia (1)
Libri di cucina (4)
Libri di diritto e fisco (1)
Libri di economia e marketing (14)
Libri di fotografia (4)
Libri di giardinaggio (5)
Libri di grafica (5)
Libri di informatica (4)
Libri di moda (1)
Libri di musica (3)
Libri di narrativa (183)
Libri di narrativar (1)
Libri di Sport (3)
Libri di Storia (5)
Libri per bambini (6)
Manuali HOEPLI (1)
News (20)
Para-Libri (1)
Poesia (5)
Recensioni dai nostri lettori (2)
Recensioni ed Articoli (2)
Saggistica (14)
Solidarietà (1)
Teatro (1)

Catalogati per mese:
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Defining and analyzi...
04/02/2014 @ 10:47:53
Di Casino betting
Rökning är den främs...
04/02/2014 @ 08:16:47
Di www.lauras.se
A physicist is an at...
04/02/2014 @ 07:47:31
Di Synthroid +armour+equivalent

Titolo
Hoepli (10)
Viaggiando (17)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Ti piace questo blog?

 Abbastanza
 Per niente
 E' imprescindibile!

Titolo
HOEPLI S.p.A.

Sede Legale:
Milano (MI)
Via Hoepli, 5 CAP 20121
Telefono: 02 864871

Iscrizione registro imprese:
00722360153 del registro delle imprese di Milano

Capitale sociale in euro:
Deliberato: 4.000.000,00
Sottoscritto: 4.000.000,00
Versato: 4.000.000,00




06/06/2020 @ 17:25:20
script eseguito in 63 ms


Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

X