\\ Home Page : Articolo : Stampa
Marco Buticchi - Il respiro del deserto
Di Eleonora Isella (del 02/10/2009 @ 13:34:38, in Libri di narrativa, linkato 4599 volte)
Il vento che spazza il deserto della Mongolia porta con sé un segreto, un antico segreto che farà molta strada... Mongolia, 1127: tutto trae origine da Qutula, scrivano di Gengis Khan, che alla morte del sovrano fugge, travestito da donna. Deve nascondersi perché sa dove si trova la tomba del condottiero, sepolto con il suo favoloso tesoro. Nel 1919, a bordo di un piroscafo, Double Skinner conosce Harry Truman, che diventerà presidente degli Stati Uniti; raccontandogli la storia delle sue avventure, gli rivela anche un mistero di molti secoli prima, che è stato causa di sventure. Nel 2008, nel porto della Spezia, Oswald Breil (già noto al pubblico di Buticchi), vede lo yacht che era appartenuto a Truman e decide di comprarlo: non immagina di guadagnarsi, così, l'odio di un nemico disposto a tutto pur di ottenere qualcosa nascosto a bordo della nave. Il nuovo libro di Marco Buticchi dimostra ancora una volta la capacità dell'autore di creare trame misteriose (per la quale è stato paragonato a Wilbur Smith), muovendo il racconto lungo diverse linee temporali e coprendo uno spazio di secoli con la sua scrittura serrata e accuratezza storica. Marco Buticchi, nato a La Spezia nel maggio 1957, ha viaggiato per lavoro in varie parti del mondo, sviluppando la sua curiosità e l'interesse per l'avventura e la storia. Ha ottenuto grande successo di pubblico e critica con Le pietre della luna (1997), Menorah (1998), Profezia (2000), La nave d'oro (2003), L'anello dei re (2005), Il vento dei demoni (2007). Nel 2008 è stato nominato Commendatore dal Presidente della Repubblica per il suo contributo alla diffusione della lingua e letteratura italiana all'estero.

Bookmark and Share