Immagine
 Libia 2004 - Akakus 223... di Matteo Ulrico Hoepli
 
"
Nessun vascello c'è che come un libro possa portarci in contrade lontane.

Emily Dickinson
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Admin (del 17/09/2007 @ 07:45:04, in Saggistica, linkato 22645 volte)
Uno dei personaggi più caratteristici nati dalla fantasia dei fratelli Coen è Jeffrey Lebowski, protagonista del film Il Grande Lebowski(1998). Lebowski, il cui soprannome è Drugo, rappresenta l’archetipo dell’hippie sopravvissuto agli anni ’70; svogliato, trasandato, si trascina per tutto il film in mutandoni, vestaglia e sandali, sorseggiando white russian e giocando a bowling. Jeff Bridges (l’attore che interpreta Lebowski), non incarna alla perfezione solo il suo personaggio, ma un vero e proprio stile di vita, una filosofia, che ha portato oggi alla pubblicazione di un libro La vita secondo il Grande Lebowski. Questa pubblicazione,curata da quattro Drugo-fanatici, non solo espone i punti principali da seguire per fare del modello di vita “alla Lebowski” una vera e propria teoria filosofica e pratica antistress, ma presenta anche interviste e retroscena riportati dai protagonisti, che danno ancora di più l’idea del perché questa pellicola sia diventata un cult. La filosofia di vita trasmessa nel film, ed esposta in questo libro, non sarebbe completa senza le figure che accompagnano il personaggio di Drugo, come il pederasta ispanico Jesus Quintana (nel film John Turturro), che si sente un dio del bowling, il reduce dal Vietnam Walter Sobchak (John Goodman), convinto che con la forza e la pistola si possa risolvere ogni problema, e il timido e paranoico Donny (Steve Buscemi). Questi profili umani, calati in un mondo di intrighi e cinismo, produzioni pornografiche e bande di nichilisti, oltre alle immancabili partite di bowling, sono gli ingredienti con cui i fratelli Coen hanno creato un mondo esilarante , pieno di scene e battute rimaste nella storia del cinema e degne di diventare vere e proprie pillole di saggezza e filosofia quotidiana.

GREEN BILL; PESKOE PEN; RUSSEL WILL;
SHUFFITT SCOTT
VITA SECONDO IL GRANDE LEBOWSKI (LA)
Editore: SPERLING & KUPFER
Pubblicazione: 09/2007
Numero di pagine: 256
Prezzo: € 14,00
EAN: 9788820042950
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Roberto Seoni (del 14/09/2007 @ 07:00:55, in Libri di narrativa, linkato 5226 volte)
Lo scrittore toscano Edoardo Nesi, nato a Prato nel 1964 e finalista nel 2005 al Premio Strega con L'età dell'oro, firma un nuovo intensissimo romanzo, dall'emblematico titolo Per Sempre. Riaffiorano in questo lavoro alcune delle tematiche tipiche dell'opera di Nesi: la deriva di una società, quella italiana, in disgregazione; la perdita dei valori e dei riferimenti; la nostalgia indefinita per un passato migliore che forse non è mai esistito, ma a cui ci si aggrappa perchè è meglio un'illusione del proprio presente. Un arcano dolore vela, come una cortina fumogena dell'anima, la storia di Alice, ventenne figlia di genitori separati, la cui inquietudine si manifesta in un singolare rapporto con la divinità cristiana, e in particolare con la sua incarnazione umana, Gesù Cristo. Alice ha cinque orecchini al lobo destro e cinque a quello sinistro; ha un piercing sul naso, una piccola barretta d'agento a forma di freccia; ha i capelli tinti di rosso ed è daltonica; ha sette tatuaggi, ed un ottavo lo ha in cantiere. Soprattutto Alice ha una madre che da quando è stata abbandonata dal marito, è caduta in depressione: passa le sue giornate sul divano, a guardare in TV le televendite. Almeno fino a quando Alice non le procura delle pastiglie psicotrope che la aiutano a dimenticare il suo male di vivere. Il guaio è che la ragazza non sta certo meglio della madre: in breve incomincia a spezzettare e sniffare le pastiglie, viene licenziata dal Call Center in cui lavorava e avverte sempre di più un vuoto indefinibile che cerca di riempire salendo al tramonto sul terrazzo di casa, guardando il calare del sole in bilico sul cornicione. Da lassù può vedere il suo quartiere innevato, il palazzo della Cayenna, abitato interamente da "Non Italiani", gli enormi cartelloni pubblicitari e, da qualche tempo, la "voragine", un buco enorme che si è aperto proprio di fronte al suo palazzo a seguito di un cedimento dell'asfalto. Cominciano allora le visioni: i ricordi dell'ex fidanzato, Edoardo, si mescolano con le apparizioni di un Gesù Cristo che sembra uscito direttamente dall'iconografia pasquale occidentale, mentre le uscite con l'amica Deborah, all'insegna della cocaina, si trasformano in epifanie semi-mistiche in cui sembrano moltiplicarsi i segnali di una misteriosa investitura. Dio vuole assegnare una missione ad Alice? O è tutto il frutto di un'immaginazione alla deriva, eccitata dall'uso di droghe?
Ciò che colpisce nel romanzo di Nesi è innanzitutto l'atmosfera: ovattata, "natalizia" (la vicenda si svolge nei giorni del Natale 2006), si mantiene costante per tutto il racconto, sfociando a tratti in una sorta di "realismo magico" tutto italiano. La profondità della vicenda si cela dietro le pieghe del racconto, a manifestare la sensazione di una deriva epocale e insieme personale che lo scrittore intende trasmettere attraverso il pensiero della protagonista. Alice è l'eroina di una moderna favola nera, senza lieto fine, misteriosa: forse uscita da un film di Tim Burton o da qualche romanzo cyberpunk; ma è anche la ragazza della porta accanto, dura e fragile nel contempo, pura ma contaminata da una società ingiusta e incomprensibile. Di lei il lettore non può fare a meno di innamorarsi.

NESI EDOARDO
PER SEMPRE
Editore: BOMPIANI
Pubblicazione: 09/2007
Numero di pagine: 154
Prezzo: € 14,00
EAN: 9788845259258
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Paola Giovanettoni (del 13/09/2007 @ 07:00:28, in Libri di narrativa, linkato 2649 volte)
Una Milano spocchiosa e viziata, un gruppo di amici che si crede al di sopra di tutto e di tutti, una moralità sovvertita, un intreccio di amore e di interessi economici. Matteo vuole Margherita, Frans vuole Luca, Luca vuole Camilla. Ci si sposa solo con chi è più ricco, si frequentano solo i locali alla moda, via Marghera non è neanche a Milano ma in provincia. Solo il quadrilatero della moda è ammesso, il Jamaica è il ritrovo privilegiato, i matrimoni a cui si è invitati vogliono Berlusconi e Agnelli, i vestiti che si indossano vengono spediti dalle capitali della moda tramite aerei privati.

Un mondo in cui il nulla regna sovrano ma che, aimè, esiste e prolifera in una città che sembra aver perso la bussola. Un ritratto sconcertante ma veritiero che mette in evidenza solo il lato più meschino di una città che, nonostante tutto, meriterebbe di essere raccontata anche in altro modo. Cos’è, infatti, una città se non l’insieme di quanti la abitano?

Ecco perché questo libro suscita, in chi è milanese, un misto di insofferenza e curiosità, irritazione e rassegnata consapevolezza. Milano, infatti, non è solo lo squallore di vite sprecate come quelle dei protagonisti di questo primo libro di Carlo Mazzoni. Un’elite, se così la si vuole definire, che butta al vento le mille opportunità offerte per godere di un benessere letteralmente rubato. Fortunatamente Milano non è solo questo… La domanda, come si suol dire, sorge spontanea. Perché si dovrebbe leggere questo libro? Per capire quanto in basso si può precipitare quando si ha la convinzione che ogni cosa sia dovuta. Arroganza, sfrontatezza, falsi sentimenti e presunzione.

MAZZONI CARLO
POSTROMANTICI (I)
Editore: SALANI
Pubblicazione: 01/2007
Numero di pagine: 288
Prezzo: € 14,00
EAN: 9788884518422
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Vittoria Savegnago (del 12/09/2007 @ 12:40:37, in Libri di giardinaggio, linkato 12451 volte)
Tra i molteplici bulbi che almeno una volta dovete provare a piantare, il giacinto è quello che più di altri si farà ricordare per la sua straordinaria fragranza. Il nome botanico è Hyacinthus e appartiene alla famiglia delle Liliacee. Esistono tre varietà: Hyacinthus litwinowu, Hyacinthus Transcapicus e la varietà da noi commercializzata Hyacinthus Orientalis, con le note varietà “Amsterdam”, dai fiori rossi salmone, “Amethyst” dal colore blu, “Bismark” dal colore azzurro, “Orange Boven” dal colore arancio salmone.
La pianta raggiunge i 25/30 cm di altezza, le foglie sono strette e allungate di colore verde. I fiori sono raccolti in una spiga, dallo stelo carnoso. I fiori sbocciano tra febbraio e marzo, ma è facile forzare la fioritura, così che è possibile trovarli tutto l’anno, soprattutto a partire da ottobre, il mese più adatto per procedere alla messa a dimora dei bulbi. Ottimi anche per l’utilizzo per interno, essendo, tra i bulbi, i più duraturi. Con le cure adeguate possono restare fioriti anche per un mese.
Se vogliamo coltivarli in casa: nel mese di settembre si piantano isolatamente in vasi di almeno 10 cm di larghezza, in torba leggera e permeabile (ossia non compattata) su fondo di ghiaia, collocando il bulbo in prossimità della superficie, a circa 1 cm dal bordo del recipiente, con la parte sporgente del bulbo rivolta verso l’alto e si pongono in una stanza ben illuminata e calda. Quando i butti raggiungono i 5 cm di altezza, vanno spostati in un luogo illuminato, ma fresco. Dopo circa cinque settimane avrete steli e boccioli ben sviluppati. A questo punto si dispone la pianta nella sua posizione definitiva, in una stanza un po’ più calda. Durante la fioritura procedere con annaffiature regolari, per mantenere il substrato sempre umido, ma senza bagnare la pianta, in particolare la base dello stelo e concimare con un fertilizzante liquido ogni due settimane a partire dalla comparsa dei boccioli fin quando non si estingue il fogliame. Attenzione: applicare il concime in dosi molto basse, in quanto il giacinto è ricco di fosforo ed un eccesso di azoto, presente nel concime, svilupperebbe le foglie a discapito del fiore. Se si vogliono coltivare all’esterno: per l’interramento del bulbo vale quanto detto sopra, ricordarsi però che i bulbi vanno lasciati seccare nel terreno fino a quando le foglie non avvizziscono completamente. Si estrarranno poi in primavera, si puliranno e conservandoli in un luogo asciutto, potranno essere nuovamente piantati l’anno successivo. I fiori dureranno più a lungo se piantati in un luogo luminoso, ma senza sole diretto.

Idee per una composizione?
Giacinto e Muscari;
Giacinto, Violetta, Violetta del Pensiero e Pratolina;
Giacinto e Lillà.

Potete approfondire e ampliare l’argomento leggendo: Bulbi in fiore per ogni stagione, Cottini Paolo, Gribaudo, 2006, € 6,90
Tutto bulbi, Beltrame Maia, Mondatori, 2001, € 20
Piante da bulbo, Adams Katharina, Red, € 9,90
Conoscere e curare le bulbose, AA.V.V., Fabbri Editore, € 9,90
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Francesca Cingoli (del 10/09/2007 @ 07:00:51, in Libri di narrativa, linkato 11555 volte)
Dora è una trentacinquenne che vive a Los Angeles, figlia di una mediocre famiglia americana, con madre alcolista e bibliomane, e padre lontano e mai presente. Divorziata da Palmer, ricco – bello – fascinoso - carismatico - superimpegnato - mapocoletterato, Dora vive in un residence a cinque stelle, circondata da macro disordine, bottiglie di vino rosso, abiti firmati e montagne di libri. Montagne di libri dovunque, perché fin da bambina i libri sono il suo rifugio. Nella lettura Dora si abbandona, dimenticando l’infanzia, le storie andate a male, il lavoro di giornalista che ha perso anni prima, le tante fobie, le delusioni quotidiane. Un paio di bicchieri di vino, un bagno caldo, e la maratona di lettura notturna consente a Dora di sopravvivere alle difficoltà di ogni giorno. Le amiche, l’ex marito, la sorella cercano di richiamarla alla normalità dalla segreteria telefonica che, opportunamente inserita, protegge Dora dal mondo esterno. La libreria vicino a casa è il naturale approdo di ogni giorno, dove è inevitabile l’innamoramento e la storia di passione con il bel commesso Fred, commediografo in erba. Ma non aspettatevi Bridget Jones: Dora è altissima, magrissima, somiglia a Nicole Kidman, frequenta feste e vernissage, veste Prada e Valentino, e fa vita da miliardaria, pur piangendo costantemente miseria, ed essendo disoccupata. Non fa molta simpatia…. La sua storia si dipana tra tentativi di introspezione, slanci di generosità filantropica, vicende familiari di grande amarezza, amicizie e riavvicinamenti. Ma soprattutto citazioni: Dora ama fin da piccola fare gite nelle case dei suoi scrittori preferiti, conosce la biografia di ogni autore, elargisce versetti e frammenti di libri a ognuno e in qualsiasi momento, in una forzata e a volte un po’ stridente esibizione di passione e erudizione. Dora non è un personaggio in cui si ha piacere a immedesimarsi, non è simpatica e non crea partecipazione nel lettore; la storia qua e là rallenta in momenti prevedibili, o stentati nel tentativo di essere comici e surreali (come quando Dora salva un cervo) o tristi e malinconici (come nel caso dell’amicizia con la piccola nipote di Fred). Nel complesso il libro si risolve in una commedia romantica a metà strada tra trasgressione e buoni sentimenti, in pieno filone disimpegnato femminile-femminista, ma puntellato da innumerevoli lusinghe al lettore appassionato. Vale la pena leggerlo per le ottime citazioni, nelle quali il lettore maniaco-compulsivo sguazza, e si diverte pure, e le epigrafi in testa a ogni capitolo, tutte da gustare.

"Al di fuori del cane, il libro é il miglior amico dell'uomo.
All’interno del cane c’é troppo buio per leggere..."

Groucho Marx (1890-1977)


KAUFMAN JENNIFER; MACK KAREN
LIBRI E AMORI A LOS ANGELES
Editore: MONDADORI
Pubblicazione: 05/2007
Numero di pagine: 297
Prezzo: € 18,00
Prezzo NicePrice: € 15,99
EAN: 9788804568896
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 07/09/2007 @ 07:00:31, in News, linkato 14656 volte)
L'edizione cartacea di Repubblica di ieri, giovedì 6 settembre, anticipa con un breve estratto Diatriba d'amore contro un uomo seduto, l'unico e inedito monologo teatrale del grande scrittore colombiano Gabriel Garcia Marquez: l'opera è pubblicata in Italia da Mondadori (pagg.80, euro 8) e avrà una sua rappresentazione nel corso del Festival Tramedautore al Piccolo di Milano, con la regia di Alessandro D'Alatri e l''interpretazione di Maria Rosaria Omaggio. Il monologo di Graciela, protagonista dell'opera, appare come un'amara riflessione sul destino infausto della passione, destinata a spegnersi definitivamente nei sontuosi festeggiamenti delle sue nozze d'oro. La vita è trascorsa e l'amore è finito, dopo 25 anni di matrimonio: resta solo una rabbia sorda, beffardamente travestita da ricca signora in collera. Il senso, quello sembra sfuggire, comune destino di una commedia umana che ignora un senso, sfugge alle regole, allontana la ragione. Sullo sfondo resta solo un uomo muto, che legge il giornale di ieri perchè non sa, non vuole leggere quello di oggi: che ti mette le corna e ti riempie di agi, pretendendo gratitudine. Ma alla fine della corsa sembra restare solo la solitudine, e un'indefinita e incolmabile nostalgia.

Gabriel Garcia Marquez è nato nel 1928 ad Aracataca, in Colombia. E' considerato il massimo esponente di una corrente letteraria nota come realismo magico, e massimamente rappresentata dalla sua opera più nota, Cent'anni di solitudine. Ha vinto il Premio Nobel per la letteratura nel 1982. Il suo ultimo romanzo è del 2005, Memoria delle mie puttane tristi. E' universalmente considerato uno dei più grandi scrittori in vita.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 05/09/2007 @ 14:12:25, in Libri di economia e marketing, linkato 2836 volte)
Lo scambio di informazioni, sempre più rapido e onnicomprensivo, la possibilità di "fare comunità" e "blocco d'opinione", rende l'universo virtuale del WEB un terreno di discussione per operatori e studiosi del marketing e della comunicazione. Il volume di Paolo Guadagni e Vincenzo De Tommaso dal titolo Il nuovo potere dei consumatori sul Web, pubblicato da HOEPLI Editore, affronta appunto il nodo delle relazioni tra consumatori e aziende, cittadini e organizzazioni. Paolo Guadagni è il fondatore di una nota agenzia del gruppo WPP, specializzata in pubbliche relazioni sul mezzo Internet, mentre Vincenzo De Tommaso è il responsabile, per un portale di annunci immobiliari, delle relazioni con l'esterno.
Il volume analizza i meccanismi che regolano la formazione dell'opinione e lo scambio d'informazioni sul Web, a partire dagli strumenti canonici che vengono utilizzati allo scopo dai consumatori; dai forum ai newsgroup, dai blog ai social network. Di ogni strumento vengono sezionati gli elementi principali, la "capacità divulgativa" e il tipo di relazione che viene instaurato. Di cosa parlano gli italiani in Rete? Quali sono i nuovi modelli di trasmissione dei messaggi? Sono alcuni degli interrogativi cui si cerca di fornire una risposta. A partire da questa "base" che occupa la prima parte del volume, si passa a descrivere la "reazione" da parte delle aziende, con le strategie di marketing e comunicazione adottate e gli possibili sviluppi, nel futuro, della Rete e delle comunità virtuali.

GUADAGNI PAOLO - DE TOMMASO VINCENZO
NUOVO POTERE DEI CONSUMATORI SUL WEB (IL)
Editore: HOEPLI
Pubblicazione: 05/2007
Numero di pagine: 134
Prezzo: € 14,90
EAN: 9788820338619
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Francesca Cingoli (del 04/09/2007 @ 17:25:02, in Libri di narrativa, linkato 2212 volte)
Un viaggio nella storia giapponese e nella mente umana, che inizia con la scomparsa di un gatto, e dalla normalità di un tranquillo quartiere residenziale proietta il lettore in un thriller complesso e magico, dove nulla è troppo strano e irreale. Il protagonista è un comune trentenne, di quelli che passano inosservati, sposato, disoccupato per scelta dopo un lavoro poco gratificante in uno studio legale, che passa le giornate da casalingo, attendendo a casa la moglie che lavora, e brancolando senza entusiasmo in mille progetti di vita. Una misteriosa adolescente gli fa compagnia negli assolati e sonnolenti pomeriggi estivi, nelle vicinanze di una casa abbandonata, dove lui si apposta sperando di trovare il suo gatto. Una telefonata inattesa mette in moto tutto il meccanismo narrativo: una voce di donna languida, una confidenza che rivela un passato, forse dimenticato, forse mai esistito, e via, si precipita nel baratro dell’irreale. La storia è intricatissima, frutto di vero e sapiente virtuosismo narrativo, che incastra piani diversi e dimensioni parallele. In vari momenti si è turbati dalla confusione, godibilissima, tra le atmosfere rarefatte del sogno e quelle, silenziose e ovattate, di una realtà inverosimile ma assolutamente vera e concreta. Perché non c’è nulla di strano: una moglie che se ne va, un cognato antipatico e arrogante, qualche infelice episodio familiare sepolto nella memoria. Ma ogni piccolo episodio apre le porte sul passato e sulla coscienza: la storia giapponese penetra con frammenti di inumana crudeltà negli spazi cerebrali del protagonista, che ne raccoglie l’eredità e il pesante fardello di consapevolezza. Ed è così che dalla normalità di un gatto che sparisce chissà dove, ci si ritrova nelle profondità di un pozzo senz’acqua, in un buio freddo che aiuta a scoprire se stessi e a muoversi in un’altra dimensione, in eleganti camere d’albergo, forse solo sognate, dove voci di donna (sarà la moglie?) chiamano e invocano aiuto, o in raffinati locali high tech dall’atmosfera rarefatta, in compagnia di affascinanti medium dal cappellino rosso. Una voglia bluastra compare sul viso del protagonista, per poi scomparire, i pc si svegliano nel cuore della notte con scampanellii, e raccontano storie di guerra, e racconti di amore infelice, mentre un uccello invisibile continua il suo lento lavoro, avvitando le viti che tengono insieme il mondo e le sue assurdità. L’uccello che girava le viti del mondo ti afferra con violenza dalle prime pagine e ti trattiene con grande magia e arte: non è un libro facile, ma è senza dubbio un libro unico, un labirinto nel quale muoversi in libertà, scoprendone tutti gli angoli nascosti, correndo in ogni direzione, per ritrovarsi, più di una volta, al punto di partenza. Alla fine, non senza impegno, dal labirinto si riesce ad uscire, per ritrovare la pace e la risposta a mille domande sulle rive di un laghetto ghiacciato, nel mezzo di un gelido e rassicurante pomeriggio invernale. Una grande esperienza di lettura.

MURAKAMI HARUKI
UCCELLO CHE GIRAVA LE VITI DEL MONDO (L')
Editore: EINAUDI
Pubblicazione: 06/2007
Numero di pagine: 960
Prezzo: € 16,50
EAN: 9788806188177

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 31/08/2007 @ 07:33:53, in Libri di narrativa, linkato 4185 volte)
Un romanzo come un delizioso cameo: Mal di pietre conferma le qualità della scrittrice Milena Agus, alla sua seconda prova letteraria dopo il discreto successo di Mentre dorme un pescecane. Il romanzo è entrato nella cinquina dei finalisti dell'ultimo Premio Strega, conoscendo la ribalta nazionale e ottenendo un ottimo exploit di vendite in Francia (cinquantamila copie vendute e quarta ristampa in un mese). Pubblicata dal piccolo editore Nottetempo, la Agus riesce a costruire in sole 119 pagine un curioso ritratto di donna: a raccontare la storia è la nipote, che accarezza con tenerezza le vicissitudini della vita della nonna. Una vita comune, scontata, e un matrimonio di convenienza vengono interrotti alla soglia dei quarant'anni da un soggiorno in una località termale della penisola, per curare il "mal di pietre" (calcoli renali). Il "mal di pietre" diventa una metafora delle pene d'amore, del tormento sentimentale: è l'incontro con il Reduce, un uomo dall'indole gentile e dai modi raffinati, a indurla a scrivere e a manifestare i propri sentimenti.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Roberto Seoni (del 30/08/2007 @ 12:05:56, in Libri di narrativa, linkato 7708 volte)
Tutta la poetica, l'arte, la roboante letterarietà dell'opera musicale di Vinicio Capossela, cantautore di culto da più di un decennio, in questo volume del 2004 dal titolo Non si muore tutte le mattine. Catapultato fin dall'Ouverture nel caleidoscopico mondo del visionario e apolide musicista, il lettore si trova sballottato tra sbronze apocalittiche, concerti, intermezzi e serenate, viaggi, scassi e incontri nelle taverne. Non è difficile rintracciare il filo conduttore che lega questa sua prova di scrittura alla sua avventura musicale: tale legame è del resto volutamente sottolineato dal vezzo di rinominare i paragrafi nell'indice con titoli che suggeriscono l'andamento ritmico della lettura. Quasi il lettore fosse un non vedente da guidare per mano in un cosmo indefinibile e impalpabile, in cui non valgono le regole della realtà, ma soltanto le invenzioni, le esplosioni di genialità dell'artista, insieme ebbro seguace di Dioniso ed esteta cultore di Apollo. Emergono da questo universo alcuni personaggi o luoghi noti ai suoi abituali frequentatori: il vecchio Nuttless, apparso come co-protagonista in diversi brani musicali; la mitica Contrada Chivicone, in cui scorre un fiume giallo, lento come l'Orinoco e s'incontrano personaggi con nomi quali Disastro, Musso e Cavallaro... Vinicio Capossela è debitore, per la sua ispirazione, nei confronti di tanta parte dei classici della letteratura, in particolare del novecento: si va dal John Fante della Confraternita dell'uva ai Racconti di Canterbury di Geoffrey Chaucer, passando per l'opera di Oscar Wilde o Charles Buchowski. Certamente irriducibile resta il suo contributo di originalità, in un lavoro fatto di sintesi, contaminazione, capacità creative e immaginifiche fuori dal comune. Il Salento bruciato dal sole e le metropoli del Nord avvolte nelle brume invernali, il mistero del Serraglio turco e i suoni degli chansonnier francesi, Tom Waits e il cielo distante della Patagonia: tutto si mescola e ridefinisce, in un inesauribile centrifuga di figure e luoghi dell'immaginazione.

CAPOSSELA VINICIO
NON SI MUORE TUTTE LE MATTINE
Editore: FELTRINELLI
Pubblicazione: 03/2004
Numero di pagine: 333
Prezzo: € 16,00
EAN: 9788807016479
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35
Ci sono 33 persone collegate

< dicembre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Autori (1)
Biografie (1)
Colleghi (2)
Contributi dei lettori (1)
Cool Books (1)
DVD e Film (4)
Eventi (1)
Eventi e Mostre (26)
Gialli e Noir (5)
Guide turistiche e viaggi (5)
Libri di architettura e design (6)
Libri di Arte (7)
Libri di climatologia (1)
Libri di cucina (4)
Libri di diritto e fisco (1)
Libri di economia e marketing (14)
Libri di fotografia (4)
Libri di giardinaggio (5)
Libri di grafica (5)
Libri di informatica (4)
Libri di moda (1)
Libri di musica (3)
Libri di narrativa (183)
Libri di narrativar (1)
Libri di Sport (3)
Libri di Storia (5)
Libri per bambini (6)
Manuali HOEPLI (1)
News (20)
Para-Libri (1)
Poesia (5)
Recensioni dai nostri lettori (2)
Recensioni ed Articoli (2)
Saggistica (14)
Solidarietà (1)
Teatro (1)

Catalogati per mese:
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Defining and analyzi...
04/02/2014 @ 10:47:53
Di Casino betting
Rökning är den främs...
04/02/2014 @ 08:16:47
Di www.lauras.se
A physicist is an at...
04/02/2014 @ 07:47:31
Di Synthroid +armour+equivalent

Titolo
Hoepli (10)
Viaggiando (17)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Ti piace questo blog?

 Abbastanza
 Per niente
 E' imprescindibile!

Titolo
HOEPLI S.p.A.

Sede Legale:
Milano (MI)
Via Hoepli, 5 CAP 20121
Telefono: 02 864871

Iscrizione registro imprese:
00722360153 del registro delle imprese di Milano

Capitale sociale in euro:
Deliberato: 4.000.000,00
Sottoscritto: 4.000.000,00
Versato: 4.000.000,00




15/12/2018 @ 16:05:44
script eseguito in 157 ms


Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

X